Nerojbleo

Nero d’Avola

Tutti i vini

Nerojbleo

Vini espressione di puro piacere e dell’amore per la propria terra: da qui la scelta di Eros e Psiche come emblema della produzione Gulfi. Anche questo Nerojbleo è un sincero omaggio alla Sicilia e al suo vitigno simbolo, una produzione affidata al solo intervento della natura e a lunghi tempi di affinamento. Le assolate colline dei Monti Iblei, la coltivazione genuina, ne garantiscono il gusto equilibrato e morbido che avvolge il palato come l’abbraccio tra amore e bellezza.

La vigna

Vigna Coste sita in prossimità di Vigna Campo in Val Canzeria, rappresenta con circa 4 ettari la vigna più estesa nel comune di Chiaramonte Gulfi. L’altitudine media è di 420 m s.l.m., con esposizione est-ovest e giacitura del terreno in lieve pendenza. Il clima è di tipo temperato, caratterizzato da inverni miti ed estati secche, che favoriscono una sana maturazione delle uve. La densità di impianto è di 8.900 viti per ettaro, con forma di allevamento a cordone speronato bilaterale. La produzione di uva, da vigne non irrigate, non supera gli 85 quintali per ettaro.

I vitigni

Il Nero d’Avola si può considerare il vitigno a bacca rossa più tipico e rappresentativo della Sicilia. Il sinonimo Calabrese è una italianizzazione del nome dialettale, “Calaurisi”, che letteralmente significa “uva (cala) di Avola (aurisi)”. In una forma come nell’altra, il riferimento costante al paese di Avola, comune in provincia di Siracusa, indica la selezione del vitigno ad opera dei coltivatori di quella zona. Da lì si è diffuso negli altri comuni del Val di Noto, nel Ragusano e nel Calatino; solo recentemente in tutta la Sicilia. Le vigne più vocate, se coltivate secondo le tecniche tradizionali affinatesi nella storia per affrontare il torrido clima della zona senza ricorrere all’irrigazione, possono dare grandi vini rossi da invecchiamento. L’espressione aromatica, centrata sulla ricchezza matura del frutto scuro, rivela la sua impronta più autentica con le note di organo e di pomodori secchi, legate da un ampio respiro mediterraneo, salmastro. Corrisponde una bocca densa e dolce, percorsa da una acidità sempre vivace che chiude con una presa sapida, particolarmente duratura.

La vinificazione e l’affinamento

Le uve, vendemmiate dopo la metà di settembre, vengono vinificate con lunga macerazione del mosto con le bucce. Dopo la malolattica il vino viene travasato in botti da 500 e 225 litri dove rimane per almeno un anno. All’imbottigliamento segue un periodo di affinamento in bottiglia particolarmente importante di circa due anni, necessario a far esprimere appieno il grande potenziale espressivo di questo Nero d’Avola dalla notevole capacità di invecchiamento.

Abbinamenti gastronomici

Vino generoso, vellutato ed insieme grintoso, si abbina alle minestre di legumi, cereali e verdure invernali. Altra intrigante possibilità è quella di piatti mediterranei in cui si uniscono verdure saporite, erbe e formaggi: per limitarci ad un paio di esempi, una pasta al forno con melanzane, pomodoro, parmigiano, mozzarella ed erbe aromatiche, o anche la classica Parmigiana di melanzane. Temperatura di servizio consigliata non oltre i 18 gradi.

Questo sito utilizza cookie tecnici (propri e di terze parti) per offrirti una migliore esperienza di navigazione e avere statistiche sull’uso dei nostri servizi da parte dell’utenza. Scrollando la pagina o navigando accetti i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie. Privacy e Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi